• Homepage
  • >
  • Recensioni
  • >
  • Il padre della sposa: recensione della commedia con Gianfranco Jannuzzo e Barbara De Rossi

Il padre della sposa: recensione della commedia con Gianfranco Jannuzzo e Barbara De Rossi

  • Pubblicato da Alessio Gaburri
  • 4 Febbraio 2023
  • 1582 Visualizzazioni
  • 0

Fino al 12 febbraio al Manzoni a Milano c’è Il padre della sposa di Caroline Francke.

Nel cast Gianfranco Jannuzzo, Barbara De Rossi, Martina Difonte, Roberto M. Iannone, Marcella Lattuca, Lucandrea Martinelli, Gaetano Aronica. La regia del bravissimo Gianluca Guidi.

Gianfranco Jannuzzo e Martina Difonte

La storia

Giovanni (Jannuzzo) è un dentista, sposato con Michelle (De Rossi), e ha una bella figlia ventiduenne che ama e di cui è molto geloso (Difonte). La ragazza rivela di voler sposare Ludo, un ragazzo ricco conosciuto negli USA durante un viaggio; ma l’imminente matrimonio con annessi caotici preparativi avranno un effetto straniante sul povero padre, che in cuor suo non vuole accettare il fatto che la figlia sia ormai una donna, e il solo pensiero di lasciare l’adorata fanciulla nelle mani di uno sconosciuto lo fa impazzire. A peggiorare le cose ci si metterà il prezzo esorbitante del matrimonio organizzato da Boris (Aronica), un eccentrico wedding planner. Il matrimonio ci sarà? E in quali condizioni ci arriveranno le due famiglie? Andiamo al Manzoni a scoprirlo!

Una commedia tradizionale e moderna

Lo spettacolo è ricco di gag, battute, momenti di complicità tra genitori e figli: un mix che lo rende molto piacevole, tenero e divertente. La trama è semplice: l’organizzazione di un matrimonio e un padre che fa resistenza, ma nonostante la semplicità Il padre della sposa risulta una commedia molto interessante, un po’ classica – che piace sempre – e allo stesso tempo moderna. La regia del sempre bravo Gianluca Guidi è frizzante, con dei momenti di nonsense nelle azioni dei protagonisti uniti a battute non scontate che fanno ridere davvero. I temi portati in scena sono importanti: la gelosia di un papà, la complicità di una mamma con la figlia, le follie da ventenni spensierati, la scelta di un percorso di vita.

Un cast di bravissimi attori

Gianfranco Jannuzzo è il grande attore che da molti anni conosciamo: porta sul palco questa “sindrome del nido vuoto” al maschile assumendo tic e strani atteggiamenti divertentissimi e che scatenano continui applausi a scena aperta. Un vero Signore della scena, con un’agile padronanza del corpo e della voce che lo rendono perfetto nel ruolo di questo papà tragicomico. Barbara De Rossi è come sempre, bravissima: mamma complice, moglie tranquillizzante, romantica e comica: esilarante la sua mimica facciale nella scena dello champagne quando avviene la conoscenza ufficiale tra le famiglie dei due sposi. Strepitoso Gaetano Aronica nel ruolo del wedding planner russo, attore di grande professionalità che torna a recitare a Milano dopo diversi anni. Dolce e ben fatta l’interpretazione dei due giovani sposi, Martina Difonte e Lucandrea Martinelli. Spassosi e bravissimi i genitori dello sposo, interpretati da Marcella Lattuca e Roberto Iannone: alzano il livello di comicità sul filo dell’assurdo quando accolgono Giovanni e Michelle nel loro elegante soggiorno.

Il pubblico di Milano ha accolto con continui applausi Il padre della sposa in una platea gremita. La commedia sarà in scena fino a domenica 12 febbraio, di seguito le informazioni per l’acquisto biglietti.

Prestige € 35,00 – Poltronissima € 32,00 – Poltrona € 23,00 – Under 26 anni € 15,50

Per acquisto: biglietteria del Teatro

Online https://www.teatromanzoni.it/acquista-online/?event=3239563

Telefonicamente 027636901

Circuito Ticketone

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente «
Articolo successivo »

Laureato in Comunicazione, Mass Media e Pubblicità allo IULM di Milano (tesi: "Sei Personaggi in cerca d'autore. Dal testo alla scena"), lavora nel settore Marketing, Social e Comunicazione per l'e-commerce IBS.it. Costante della sua vita, lo spettacolo: teatro, televisione e cinema. Si avvicina al teatro grazie alla mamma, che lo porta per la prima volta all'età di 14 anni. Frequenta negli anni delle superiori cinque anni di laboratorio teatrale organizzato dal liceo, e nel 2014-2015 un corso di musical presso il Centro Teatro Attivo di Milano.

  • instagram
Trona su