Crea sito

Love Story musical in prima nazionale al Duse di Bologna

Love Story Bologna_Fiorenti-Appeddu @FrancescoSereni (1)

Photo Francesco Sereni

Partirà il 28 maggio a Bologna la seconda edizione del Summer Musical Festival, il primo e unico Festival in Italia e Europa interamente dedicato al genere del Musical, e ad aprire l’evento con un’anteprima nazionale in programma al Teatro Duse sarà Love Story, per la regia di Gianni Marras, le musiche di Howard Goodall, le liriche di Stephen Clark e la Direzione musicale Shawna Farrell.

La produzione dello spettacolo è della BSMT Productions (Bernstein School of Musical Theater di Bologna) in collaborazione con Project Leader. Nel cast gli allivi della BSMT: Luigi Fiorenti (Oliver), Veronica Appeddu (Jenny), Martina Pezzoli (la madre di Jenny), Antonio Cadoni (Phil), Andrea Ascari (Oliver il 3°), Giulia Mattarucco (Alison).

Il musical è tratto dall’omonimo romanzo di Eric Segal, romantico best seller del 1970, divenuto lo stesso anno, un film di enorme successo in tutto il mondo diretto da Arthur Hiller. Racconta la storia d’amore di due giovani americani degli anni ’70, Jenny e Oliver, finita prematuramente a causa della morte di Jenny colpita dalla leucemia. Durante il funerale della ragazza, la sua famiglia e amici ricordano in un lungo flashback, la vita di Jenny e la sua relazione con Oliver. Si assiste quindi al primo incontro tra i due, dove lui, ricco rampollo dell’alta società americana, laureato alla prestigiosa Harvard University, si invaghisce di lei, un’umile studentessa di origini italiane che suona il piano. Il loro amore si rivela così forte da superare le iniziali difficoltà, dovute soprattutto alle diffidenze dei rispettivi genitori, e Jenny e Oliver coronano quindi la storia sentimentale sposandosi. La loro speranza di costruire una famiglia felice, viene però tragicamente incrinata dalla malattia incurabile di Jenny.

Debuttato in anteprima al Chichester Festival nel 2010, dopo un ottimo riscontro della critica inglese, il musical va in scena nel West End londinese lo stesso anno, co-prodotto dalla star del musical Michael Ball (innamorato del progetto) e diretto dalla regista Rachel Kavanaugh. Dopo 10 settimane di repliche a Londra, lo spettacolo ha poi avuto nel 2012 un rodaggio americano a Philadelphia nella prospettiva di una possibile produzione a Broadway. Intanto nel 2013 sono state prodotte due importanti versioni internazionali: una nei Paesi Bassi e l’altra in Russia.

L’autore delle musiche, il compositore inglese Howard Goodhall (celebre in patria soprattutto per il suo adattamento musicale del romanzo di Melvyn Bragg “The Hired Man”) offre uno spartito molto tenero e romantico, perfettamente in tema con la trama e ambientazioni che però si concede, qua e la, dei momenti più leggeri e ironici. Nella versione originale inglese, proposta come atto unico, una piccola orchestra di sette elementi era posta sul palco insieme agli attori, mentre in quella olandese il musical era diviso in due atti e prevedeva alcune nuove scene aggiuntive, con un copione leggermente rivisto e riadattato, specialmente nelle parti riguardanti i genitori di Jenny.

In generale lo spettacolo (sia nella sua concezione e scrittura, sia nella sua messa in scena) tende a proporsi come un “musical da camera” con un’atmosfera intima e confidenziale che riesce a mantenere dal principio alla fine, una forte empatia dei suoi protagonisti con gli spettatori, proprio come a suo tempo era riuscita a fare la famosa versione cinematografica.

a cura di Gabriele Bonsignori

Love Story_ locandina
La genesi di Love Story: Un progetto nato da un incontro

È il 2012 quando Bruno Borraccini (Amministratore Unico della Project Leader S.r.l.) viene invitato dal regista Gianni Marras alla prima nazionale dei Miserabili al Teatro Comunale di Bologna.
Una sera, uno spettacolo, un cast formato dai giovani talenti della Bernstein School of Musical Theater è bastato per convincere uno dei maggiori produttori di spettacoli in Italia per avanzare a Marras, consulente artistico per la BSMT, una proposta unica che prevedeva la collaborazione tra queste due realtà.

Un’idea unica, un progetto per certi versi “azzardato”, vista la crisi del settore, e soprattutto una scommessa sul futuro e sui giovani.
Inizia così una fase “conoscitiva” reciproca dove la BSMT, sotto l’attenta ed inconfondibile guida della sua fondatrice Shawna Farrell, “apre il sipario” e mostra i suoi oltre 20 anni di esperienza nel formare giovani talenti e avviarli alla costruzione di una vera e propria carriera professionale nel mondo dello spettacolo.
La conoscenza si trasforma in fiducia che, con il passare del tempo, e con i numerosi successi della BSMT, diventa una frase concreta: “possiamo farlo…dobbiamo!”.
Parte così la ricerca di un titolo, un Musical, capace di riflettere questa intesa tra le due realtà.
Ed è proprio lo stesso Bruno Borraccini che, conquistato dalla storia che ha colpito e “sconvolto” una intera generazione, propone “Love Story”, avviando le trattative per acquisire la licenza da Love Story On Stage Limited – London.
Si arriva così al giorno delle audizioni alla BSMT, che vede coinvolti alcuni dei più giovani talenti formati direttamente presso la scuola.

Il progetto inizia a prendere qui la forma della coppia (Luigi Fiorenti e Veronica Appeddu) che interpreterà i due protagonisti principali, nei ruoli di Oliver e Jenny, affidando la regia a Gianni Marras.

Parallelamente la BSMT lancia la seconda edizione del Summer Musical Festival e decide di esordire proprio con quel progetto partito nel lontano 2012 dopo quell’incontro al Teatro Comunale.
Quell’idea che in 2 anni e, attraverso differenti fasi, è giunta poi a divenire una vera e propria sfida: far conoscere Love Story non solo come la grande storia d’Amore degli anni ’70, ma come un esempio concreto di alleanza tra due realtà differenti ma che possono (e di questi tempi, devono!) viaggiare all’unisono.
Oggi possiamo finalmente parlare non più di un progetto ma di realtà…

Il 28 maggio il Teatro Duse di Bologna vedrà prendere vita il risultato di un incontro, avvenuto per “colpa” di un invito, attraverso la prima nazionale (“produzione zero”) di Love Story che vedrà coinvolti la BSMT, e Project Leader insieme con un allestimento curato dal Teatro Comunale di Bologna.

Grazie alla collaborazione di tante persone, addette e non ai lavori, Love Story inizierà la sua tournée attraversando tutta l’Italia partendo da Roma da gennaio 2015 portandosi questa alleanza tra formazione e produzione, tra giovani talenti ed esperienze del settore teatrale, unendole in uno spettacolo unico che colpirà per la sinergia tra tutti i suoi attori (sul palco e non!) presenti.

Si dice che volere è potere…la BSMT e Project Leader vogliono dare un futuro a questo genere ma soprattutto vogliono continuare a costruire il futuro di questi giovani talenti insieme!

[Fonte: comunicato stampa]

Love Story

Musiche: Howard Goodall
Liriche: Stephen Clark & Howard Goodall
Book: Stephen Clark
Regia di: Gianni Marras
Direzione musicale: Shawna Farrell
Coreografie: Marcello Fanni
Direzione orchestra: Lorenzo Meo
Scenografie: Antonella Conte e Giada Abiendi
Costumi: Massimo Carlotto
Disegno luci: Daniele Naldi

E con:
Luigi Fiorenti nel ruolo di Oliver
Veronica Appeddu nel ruolo di Jenny
Martina Pezzoli nel ruolo della madre di Jenny
Antonio Cadoni nel ruolo di Phil
Andrea Ascari nel ruolo di Oliver il 3°
Giulia Mattarucco nel ruolo di Alison

Ensemble: Claudia Belluomini (cover Jenny), Simone Pavesio (cover Oliver), Brian Boccuni (dottore /cover Phil), Lucia Agostino, Renato Crudo (infermiere), Elena Caineri (cover madre), Alessandro Di Giulio (cover dottore).

Sito web della BSMT: www.bsmt.it

[box type=”info” border=”full”] Teatro Duse
Via Cartoleria, 42 – Bologna
Tel: 051 231836
Mail: biglietteria@teatrodusebologna.it
Sito web: www.teatrodusebologna.it

[/box]

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi la News
Articolo precedente «
Articolo successivo »

Fondatrice del blog di teatro "Vista Sul Palco". È laureata con Lode in Musicologia (Università degli Studi di Pavia) con specializzazione in teatro musicale contemporaneo (titolo della tesi: Jesus Christ Superstar: genesi, critiche e analisi dell'Opera Rock), ha conseguito un Master in Marketing per le Imprese di Arte e Spettacolo presso l'Università Cattolica di Brescia. È redattrice per testate di cultura e spettacolo e ha collaborato con alcune realtà teatrali cittadine per la comunicazione e la promozione di eventi: tra queste Teatro PalaBrescia (poi PalaBanco di Brescia e ora GranTeatro Morato) e Residenza Idra (Spazio TeatroIdra). Ha scritto per testate giornalistiche del settore economico-culturale, occupandosi prevalentemente di arte. Da anni si occupa di Comunicazione e Marketing svolgendo attività di Ufficio Stampa, Digital PR, Web Marketing e Social Networking, Community Manager per aziende di vari settori (Food, Fashon, Tourism and Hospitality, Health and Beauty). Ha insegnato Educazione Musicale in strutture per l'infanzia ed è insegnante in scuole secondarie di primo grado. Il teatro è la sua linfa vitale! ★ Sito web personale (attività e servizi offerti): www.luanasavastano.com

  • instagram
  • pinterest
Trona su