Crea sito

Omaggio a Verdi al Teatro Filodrammatici con gli Ottavo Richter

verdiChi era Verdi? Come sarebbe stato il suo profilo Facebook? E quali video avrebbe caricato su YouTube? Certamente, quello della serata del febbraio del 1843 alla Scala, quando debuttarono “I lombardi alla prima crociata”, l’opera che, dopo il trionfo del Nabucco, lo proietta fra i grandissimi del suo tempo, a soli 30 anni! Che notte quella notte! Ma c’era anche Buscaglione? O è solo uno scherzo della memoria?

Nel bicentenario della nascita del più pop dei compositori d’opera, presso il Teatro Filodrammatici di Milano, domenica 24 novembre alle 21.00, gli Ottavo Richter (Domenico Mamone, sax baritono – Luciano Macchia, trombone – Raffaele Kohler, tromba – Alessandro Sicardi, chitarra – Marco Xeres, basso – Paolo Xeres, basso) rivisiteranno con la consueta disinvoltura arie e cabalette che hanno fatto la storia d’Italia, accompagnati dalla voce narrante di Ira Rubini, inedita melomane dal piglio risorgimentale. Gianlugi Carlone, voce della Banda Osiris, completa il gruppo con la sua partecipazione davvero “straordinaria” al progetto dal titolo evocativo Verdi e la sua Italia. Con un testo originale, scritto in occasione del 150° dell’Unità d’Italia, lo spettacolo attraversa le vicende della vita di Verdi e dell’Italia a passo di marcetta, svelando curiosità ed estratti (perfino inediti) da stupefacenti epistolari e andando in cerca degli eredi contemporanei del grande Peppino. I pezzi più celebri da “Nabucco”, “Ernani”, “Macbeth”, “Traviata”, “Rigoletto” e molti altri sono riproposti in versioni inconsuete e scanzonate. Incursioni fra il pubblico, rivelazioni inattese, grandi soprani e grandi tenori che si esibiscono a sorpresa, per un omaggio affettuoso e ironico, mai convenzionale, a un genio popolare che nel 1848 aveva già scritto l’inno d’Italia, anche se nessuno se n’è accorto!

Ottavo Richter
L’unione tra una sezione fiati “sinfonica” ed una ritmica “turbo power”, motivata da una chitarrina “indisciplinata” genera movimenti sussultori in platea, trasforma teatri in sale da ballo e strade cittadine in auditorium. Senza pudori gli Ottavo Richter si avventurano in viaggi musicali in balìa di loro stessi, dimenticando meta e bussola. Il 2012, l’anno del loro terzo lavoro discografico (“Una bella serata”), cui giungono dopo aver inciso “Molly Malone’s” e “Clinkin’ glasses” e aver turbato la quiete di importanti festival, trasmissioni televisive e radiofoniche (Tg3 Linea Notte, Parla con me, Caterpillar, Caterraduno, Gli spostati, La banda).

Ira Rubini
Nata in Belgio. Vive a Milano, ma per lavoro è spesso all’estero.
Voce storia di Radio Popolare, diplomata in Drammaturgia alla Scuola Paolo Grassi, ha iniziato poco più che ventenne l’attività di autrice televisiva, teatrale e di sceneggiatrice. Ha studiato e lavorato in Germania e Gran Bretagna. Ha firmato oltre 40 trasmissioni TV (RAI, BBC, ZDF, RSI, SKY etc), otto testi teatrali (fra cui “La bruttina stagionata”, regia di Franca Valeri, replicata per 15 stagioni), numerosi testi di cabaret (Diego Parassole, Sorelle Sister, Margherita Volo etc). Lavora inoltre come conduttrice radiofonica (RAI, RSI, Radio Popolare), project-leader di documentaristica divulgativa (DeAgostini, National Geographic), traduttrice di narrativa, saggistica e drammaturgia, docente di scrittura TV e di analisi performativa, interprete (inglese, tedesco, francese) e moderatrice per eventi di spettacolo.

Verdi e la sua Italia
domenica 24 novembre 2013 – ore 21.00
Spettacolo inserito all’interno dell’iniziativa MILANO PER VERDI promossa dal Comune di Milano

Prezzi
Intero: 15 euro
Ridotto: 12 euro
(over 65/under 25/convenzionati)

[box type=”info” border=”full”]

Teatro Filodrammatici
via Filodrammatici, 1 – Milano
Tel: 02.36.72.75.50
Mail: biglietteria@teatrofilodrammatici.eu
Sito: www.teatrofilodrammatici.eu

[/box]
Print Friendly, PDF & Email
Condividi la News
Articolo precedente «
Articolo successivo »

Fondatrice del blog di teatro "Vista Sul Palco". È laureata con Lode in Musicologia (Università degli Studi di Pavia) con specializzazione in teatro musicale contemporaneo (titolo della tesi: Jesus Christ Superstar: genesi, critiche e analisi dell'Opera Rock), ha conseguito un Master in Marketing per le Imprese di Arte e Spettacolo presso l'Università Cattolica di Brescia. È redattrice per testate di cultura e spettacolo e ha collaborato con alcune realtà teatrali cittadine per la comunicazione e la promozione di eventi: tra queste Teatro PalaBrescia (poi PalaBanco di Brescia e ora GranTeatro Morato) e Residenza Idra (Spazio TeatroIdra). Ha scritto per testate giornalistiche del settore economico-culturale, occupandosi prevalentemente di arte. Da anni si occupa di Comunicazione e Marketing svolgendo attività di Ufficio Stampa, Digital PR, Web Marketing e Social Networking, Community Manager per aziende di vari settori (Food, Fashon, Tourism and Hospitality, Health and Beauty). Ha insegnato Educazione Musicale in strutture per l'infanzia ed è insegnante in scuole secondarie di primo grado. Il teatro è la sua linfa vitale! ★ Sito web personale (attività e servizi offerti): www.luanasavastano.com

  • instagram
  • pinterest
Trona su