Recensione Scusa sono in riunione… ti posso richiamare?

  • Pubblicato da Alessio Gaburri
  • 18 Dicembre 2021
  • 392 Visualizzazioni
  • 0

Fino al 2 gennaio al Teatro Manzoni di Milano sarà in scena lo spettacolo Scusa sono in riunione… ti posso richiamare?, una commedia brillante scritta e diretta da Gabriele Pignotta, che è anche protagonista con Vanessa Incontrada, Fabio Avaro, Siddhartha Prestinari e Nick Nicolosi.

La storia

Cinque amici si laureano a inizio 2000 e appena entrano nel mondo del lavoro vengono travolti dal ritmo frenetico di riunioni, impegni familiari e una vita fatta di incastri. Nessuno ha mai tempo e quando rispondono alle tante telefonate, si ritrovano spesso a dire una frase molto attuale, che è anche il titolo della commedia: “scusa sono in riunione… ti posso richiamare?”. Nessuno si ferma, tutti pensano al lavoro e il cellulare catalizza i cinque protagonisti, un po’ come avviene nella società di oggi su bus, nei ristoranti, e anche quanto le persone sono in compagnia. Quando sono quarantenni però, la morte improvvisa di uno di loro, Lorenzo, li fa ritrovare nella casa di campagna del defunto, che riesce a riunirli esprimendone desiderio in una lettera. Lorenzo, autore TV con un progetto nuovo da consegnare, non è però morto, ma ha architettato un reality show proprio a casa sua all’insaputa dei suoi amici…

Una commedia moderna e originale

Il primo atto è di costruzione: conosciamo i personaggi, le loro vite e il loro carattere. Chi ha una moglie dominatrice, chi viene sempre lasciato, chi si innamora di persone sbagliate. Nel secondo atto, con la morte di Lorenzo e la realizzazione in scena di un programma TV, si rimane sorpresi. Da come inizia ci si aspetta una commedia sì divertente, ma lineare e tradizionale come avviene nel più delle volte in questo genere di spettacoli. Invece Scusa sono in riunione porta sul palco una storia originale e insolita, frutto di un ottimo lavoro nel pensiero della storia, nelle musiche, e nelle battute estremamente comiche, da commedia degli equivoci. Il pubblico ride spesso con applausi a scena aperta. Quando il “finto morto” riprende gli amici per farne un reality, riavvolge il nastro e riguarda le scene applicando le musiche: gli attori, bravissimi, con movimenti corporei seguono il ritmo della musica e della scena che torna indietro, ripetendo velocemente ciò che avevano inscenato prima.

Il cast è eccellente: tutti gli attori sono dei professionisti della scena, spicca una vulcanica Siddhartha Prestinari che ci regala le scene più comiche con un’interpretazione totale tra corpo, voce e espressività. Gabriele Pignotta e Vanessa Incontrada si confermano bravissimi e affiatati, Fabio Avaro strappa risate continue con la forza della romanità. Lo spettacolo è un vero spasso, e scorre con una regia originale.

I temi

Scusa sono in riunione è una commedia acuta e attuale: pensiamo troppo al lavoro e facciamo tutti un uso esagerato dei cellulari, senza accorgerci che a volte viviamo più tempo in modalità virtuale che reale. Si esce dal teatro pensando non solo a quanto si è riso su alcuni comportamenti umani, ma anche a quanto è importante fermarsi a riflettere sulla qualità della propria vita. Si ripensa su quanto è bello coltivare gli amici, passare tempo con loro, e non solo quando ci sono notizie forti. Lorenzo imbroglia i suoi amici pensando saranno contenti di arricchirsi grazie al programma TV, ma sarà così davvero? Ha senso correre per la carriera e i soldi senza fermarsi mai un attimo? La riunione che è nel titolo della commedia è il tempo non vogliamo trovare per noi e per gli altri.

“La generazione dei quarantenni ne esce come quella di adorabili perdenti, pieni di fragilità, di insicurezze, di stress, di nevrosi, di patologie più o meno complicate a livello psicologico – spiega Pignotta – ma proprio per questa fragilità adorabili nella loro imperfezione. E quindi non puoi non volere bene a questi personaggi che in fondo sono proprio uno spaccato preciso e fedelissimo di ognuno di noi. Io ho voluto ironizzare su una generazione, che forse è anche un po’ più estesa”.

Scusa sono in riunione… ti posso richiamare? resta al teatro Manzoni a Milano fino al 2 gennaio ed è un bellissimo regalo di Natale per amici o familiari. Il 31 dicembre sono previste 2 recite, alle ore 17.30 e alle ore 21.30. Al termine dello spettacolo delle ore 21.30 la Compagnia festeggerà dal palcoscenico l’arrivo del nuovo anno insieme al pubblico seduto in sala. All’uscita verrà offerto al pubblico un omaggio ben augurale. Inoltre in occasione della recita delle ore 21.30 sarà possibile cenare nel foyer del Teatro a partire dalle ore 20.30. Per l’acquisto online dei biglietti e informazioni è tutto disponibile qui. Evviva il teatro, regaliamo il teatro!

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente «
Articolo successivo »

Laureato in Comunicazione, Mass Media e Pubblicità allo IULM di Milano (tesi: "Sei Personaggi in cerca d'autore. Dal testo alla scena"), lavora nel settore Marketing, Social e Comunicazione per l'e-commerce IBS.it. Costante della sua vita, lo spettacolo: teatro, televisione e cinema. Si avvicina al teatro grazie alla mamma, che lo porta per la prima volta all'età di 14 anni. Frequenta negli anni delle superiori cinque anni di laboratorio teatrale organizzato dal liceo, e nel 2014-2015 un corso di musical presso il Centro Teatro Attivo di Milano.

  • instagram
Trona su