• Homepage
  • >
  • Recensioni
  • >
  • La strana coppia, Revival! Al Manzoni gli strepitosi Guidi e Ingrassia – Recensione

La strana coppia, Revival! Al Manzoni gli strepitosi Guidi e Ingrassia – Recensione

  • Pubblicato da Alessio Gaburri
  • 24 Novembre 2023
  • 2399 Visualizzazioni
  • 0

Li abbiamo tanto attesi e sono arrivati: Gianluca Guidi e Giampiero Ingrassia danno vita sul palco del teatro Manzoni di Milano a una nuova edizione de “La strana coppia”, in scena fino al 3 dicembre.

In scena con i due protagonisti un cast di bravissimi attori: Giuseppe Cantore, Riccardo Graziosi, Rosario Petix, Simone Repetto, Claudia Tosoni e Federica De Benedittis. L’opera è del sempre verde Neil Simon, grandissimo autore del teatro comico della seconda metà del ‘900. Traduzione, adattamento e regia di Gianluca Guidi.

La trama

Manhattan, anni ’60. In un appartamento con una splendida vista grattacieli ma disordinato e molto vissuto, vive Oscar Madison (Gianluca Guidi), divorziato. Ogni settimana si trova con un gruppo di amici a giocare a poker. Una sera, un amico del gruppo, Felix Unger (Giampiero Ingrassia), non si presenta all’appuntamento destando preoccupazione. Si scopre dopo che anche lui è stato lasciato dalla moglie. Oscar propone all’amico di rimanere a vivere con lui per condividere insieme quel momento così simile interiormente e nello stile di vita. La convivenza però si rivela difficile, emergono le fissazioni e abitudini di ognuno, che non si conoscono mai nel profondo finchè non vivi sotto lo stesso tetto.

Il commento

“La strana coppia” debuttò la prima volta al Plymouth Theatre di Broadway nel 1965, e a oggi vanta quasi mille messe in scena. Famosissima la versione cinematografica con Walter Matthau e Jack Lemmon, diretti da Gene Saks. In Italia, la prima rappresentazione teatrale andò in scena per opera di Garinei e Giovannini nel 1966 a Napoli con Walter Chiari e Renato Rascel.

Se da spettatori ci aspettiamo di vedere “il solito Neil Simon”, la solita “Strana coppia” già vista a teatro e al cinema, non è così. Anzi, la storia, la regia e l’interpretazione hanno un qualcosa che sa di storia del teatro ma anche di moderno allo stesso tempo: Guidi e Ingrassia riescono a far sentire il sapore del classico e quello del contemporaneo insieme. Una convivenza di battibecchi e differenti vedute su tanti aspetti di vita quotidiana come nella celebre trama, ma con anche la componente molto attuale del divorzio e dei mariti presi dalla difficoltà della solitudine, del rapporto trasformato con i figli, della nostalgia per quello che era e ora non è più. Un revival ancora più umano oltre che comico.

Gianluca Guidi e Giampiero Ingrassia sono due strepitosi mattatori: Oscar è disordinato ed esuberante, desidera altre donne, Felix è maniaco delle pulizie, ordinatissimo, e continua a pensare alla moglie.

Uno spettacolo di qualità, con gag messe in scena da un ottimo cast e da due grandi attori del nostro teatro, che passano dal musical al teatro facendoci sempre sentire spettatori fortunati e tenendo alta la voglia di andare a teatro.

I testi di Neil Simon confermano dialoghi intelligenti, scorrevoli e brillanti, e un bel racconto delle personalità dei protagonisti.

Regaliamoci due ore di allegria: fino a domenica 3 dicembre “La strana coppia” è al teatro Manzoni a Milano e poi in tournèe in giro per l’Italia.

Durata: 45 minuti primo atto; intervallo 15 minuti; 50 minuti secondo atto.

Per informazioni e biglietti

In scena al 21 novembre al 3 dicembre 2023
feriali ore 20,45 – domenica ore 15,30
sabato 2 dicembre doppia replica ore 15,30 e 20,45

biglietteria del Teatro

online https://www.teatromanzoni.it/acquista-online/?event=2067306

Telefono 027636901

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente «
Articolo successivo »

Laureato in Comunicazione, Mass Media e Pubblicità allo IULM di Milano (tesi: "Sei Personaggi in cerca d'autore. Dal testo alla scena"), lavora nel settore Marketing, Social e Comunicazione per l'e-commerce IBS.it. Costante della sua vita, lo spettacolo: teatro, televisione e cinema. Si avvicina al teatro grazie alla mamma, che lo porta per la prima volta all'età di 14 anni. Frequenta negli anni delle superiori cinque anni di laboratorio teatrale organizzato dal liceo, e nel 2014-2015 un corso di musical presso il Centro Teatro Attivo di Milano.

  • instagram
Trona su