Crea sito

Da luglio arriva ALLOPERA, progetto di teatro lirico itinerante

Da luglio arriva ALLOPERA, progetto di teatro lirico itinerante –

Da luglio debutterà ALLOPERA, un progetto innovativo e una nuova compagnia teatrale nata da un’idea di GIORGIO BARBOLINI, PAOLO MANDELLI, LUCA CERETTA con l’intento di portare l’opera di eccellente qualità dove non esiste un teatro. Si tratta di una vera rivoluzione: un teatro mobile costruito ad hoc che riproduce fedelmente il palco di un vero teatro d’opera.

ALLOPERA_02

ALLOPERA abbatte i muri del teatro e va letteralmente incontro alla gente, portando l’opera dove altrimenti non potrebbe essere allestita: luoghi all’aperto, piazze, auditorium o anche teatri che non sono tecnicamente o per vocazione adatti alla lirica.

La musica lirica italiana è conosciuta in tutto il mondo e s’identifica con il genio, la passione, “l’arte di vivere” e l’identità culturale del nostro paese. E’ sorprendente riscontrare all’estero quanto popolari siano l’opera italiana, i suoi grandi interpreti e i direttori d’orchestra e quanto indicativo sia il loro apporto all’immagine positiva dell’Italia, come luogo della cultura e della bellezza.

L’opera è un’eccellenza tutta italiana: ogni sera dell’anno quest’opera si canta in italiano in tutti i teatri del mondo: da Helsinki a Mosca, da Oslo a Seul. In Italia, però, sono ormai solo le Fondazioni Lirico-Sinfoniche e i Teatri di Tradizione gli unici custodi dell’opera, perché sono i soli enti che hanno la disponibilità economica e la struttura organizzativa adeguata per poterne affrontare i costi elevatissimi di allestimento e messa in scena.

ALLOPERA_11

Questa condizione ha sicuramente preservato il livello artistico, ma ha anche determinato una diminuzione del numero di spettacoli proposti al pubblico. Si sono, infatti, quasi completamente perse tutte le stagioni d’opera dei teatri secondari che costituivano l’humus della vita operistica italiana. L’offerta di opere in Italia è stata caratterizzata negli ultimi cinquant’anni da sempre meno spettacoli in un numero di teatri sempre minore a causa degli elevati costi di allestimento, con una conseguente perdita di contatto del pubblico rispetto a questo repertorio.

Da qui nasce l’idea di ALLOPERA, una compagnia e un teatro mobile che permette di contenere i costi di allestimento, senza rinunciare all’eccellenza e alla qualità dello spettacolo. Nel mondo, mira a diffondere in maniera ancora più capillare l’opera, riconosciuta come identità culturale dell’Italia, bellezza e genio per eccellenza.

ALLOPERA 10

La struttura di ALLOPERA è costruita per riprodurre il palcoscenico di un vero teatro d’opera con una dimensione 14 x 12 metri, un declivio del 3%, e la buca per un’orchestra di 40 elementi. Il boccascena, disegnato dalla scenografa Leila Fteita, riproduce quello dei tipici teatri “all’italiana” dell’ottocento con sipario rosso e frangia dorata. ALLOPERA può essere allestito in meno di otto ore.

ALLOPERA è un teatro lirico itinerante e una compagnia d’opera professionale, un nuovo modo di portare l’opera al grande pubblico e di diffondere il patrimonio culturale italiano all’estero.

ALLOPERA debutterà con “Il Barbiere di Siviglia” di Gioachino Rossini.

IL BARBIERE DI SIVIGLIA

di Gioachino Rossini
Direttore d’Orchestra: DANIELE AGIMAN
Regia: ALDO TARABELLA
Scene e costumi: LEILA FTEITA
light designer STEFANO GORRERI

con
Rosina: Sofia Koberidze
Figaro: Mauro Bonfanti
Conte D’Almaviva: Massimiliano Silvestri
Bartolo: Giuseppe Esposito
Don Basilio: Costantino Finucci
Berta: Mirella Di Vita
Fiorello: Lorenzo Malagola Barbieri

L’Opera, che in origine aveva per titolo “Almaviva, o sia l’inutile precauzione”, è considerata la più grande opera buffa italiana. Con la sua proverbiale velocità, Rossini compose Il Barbiere di Siviglia nel 1816 in soli venti giorni, e, quasi a voler fare uno scherzo ai suoi detrattori (e al collega Paisiello, che si era cimentato pochi anni prima con il medesimo libretto), il debutto fu un fiasco clamoroso. Poi, dalla seconda rappresentazione, cominciò il successo inarrestabile di quella che può essere considerata una delle opere più amate dal pubblico. La vicenda della burla architettata da Figaro ai danni del vecchio Bartolo è costellata da alcune delle pagine più celebri della storia dell’opera: bastino per tutte la Sinfonia, la cavatina iniziale di Figaro, Largo al Factotum, e la cavatina di Rosina, Una voce, poco fa.

ALLOPERA presenta Il Barbiere di Siviglia con cast, coro e orchestra completi, come richiesto dalla partitura rossiniana. Un team creativo composto da direttore d’orchestra, regista, scenografo, costumista, light designer. Uno staff tecnico formato da maestri di palcoscenico, tecnici audio, macchinisti, responsabili trucco, parrucco e sartoria.

“Il Barbiere di Siviglia” di ALLOPERA è ambientato in uno scorcio del Sud-Italia degli anni ‘30-’40 dove gli interpreti si muovono fra angusti vicoli e casette con balconi a ringhiera creando idealmente una cartolina che rimanda allo spirito del neorealismo cinematografico italiano, un’altra eccellenza del nostro paese.

ALLOPERA sarà in scena

– Savona -> Complesso Monumentale Del Priamàr – Sabato 11 e domenica 12 luglio 2015
– Bologna -> Teatro Europauditorium – Martedì 14 luglio 2015
– Modena -> Cortile d’Onore dell’Accademia – Martedì 16 luglio 2015
– Sondrio -> Teatro Sociale – Sabato 03 ottobre e domenica 4 ottobre 2015

“ALLOPERA è una grande scommessa che punta a far vivere il teatro dell’opera anche fuori dagli spazi canonici.” – Daniele Agiman

Sito web -> www.allopera.it

Print Friendly, PDF & Email
Condividi la News
Articolo precedente «
Articolo successivo »

Fondatrice del blog di teatro "Vista Sul Palco". È laureata con Lode in Musicologia (Università degli Studi di Pavia) con specializzazione in teatro musicale contemporaneo (titolo della tesi: Jesus Christ Superstar: genesi, critiche e analisi dell'Opera Rock), ha conseguito un Master in Marketing per le Imprese di Arte e Spettacolo presso l'Università Cattolica di Brescia. È redattrice per testate di cultura e spettacolo e ha collaborato con alcune realtà teatrali cittadine per la comunicazione e la promozione di eventi: tra queste Teatro PalaBrescia (poi PalaBanco di Brescia e ora GranTeatro Morato) e Residenza Idra (Spazio TeatroIdra). Ha scritto per testate giornalistiche del settore economico-culturale, occupandosi prevalentemente di arte. Da anni si occupa di Comunicazione e Marketing svolgendo attività di Ufficio Stampa, Digital PR, Web Marketing e Social Networking, Community Manager per aziende di vari settori (Food, Fashon, Tourism and Hospitality, Health and Beauty). Ha insegnato Educazione Musicale in strutture per l'infanzia ed è insegnante in scuole secondarie di primo grado. Il teatro è la sua linfa vitale! ★ Sito web personale (attività e servizi offerti): www.luanasavastano.com

  • instagram
  • pinterest
Trona su