• Homepage
  • >
  • Recensioni
  • >
  • Il marito invisibile: la recensione. Con Maria Amelia Monti e Marina Massironi

Il marito invisibile: la recensione. Con Maria Amelia Monti e Marina Massironi

  • Pubblicato da Alessio Gaburri
  • 22 Ottobre 2022
  • 293 Visualizzazioni
  • 0

Fino al 30 ottobre al Manzoni a Milano

Lo storico teatro Manzoni ha appena compiuto 150 anni, sempre portati benissimo, e inaugura la stagione 2022 – 2023 con uno spettacolo originale e due Signore del nostro spettacolo: Il marito invisibile con Maria Amelia Monti e Marina Massironi. Scritto e diretto da Edoardo Erba.

La trama

Una videochat fra due amiche cinquantenni, Fiamma (Maria Amelia Monti) e Lorella (Marina Massironi). Lorella annuncia a sorpresa: mi sono sposata! La cosa sarebbe già straordinaria di per sé, vista la sua proverbiale sfortuna con gli uomini. Ma diventa ancora più incredibile quando lei rivela che il nuovo marito ha … non proprio un difetto, una particolarità: è invisibile. Fiamma teme che l’isolamento abbia prodotto danni irreparabili nella mente dell’amica. Si propone di aiutarla, ma non ha fatto i conti con la fatale, sconcertante, attrazione di noi tutti per l’invisibilità.

La prima commedia in videochiamata e l’epoca della solitudine

Il marito invisibile di Edoardo Erba porta a teatro questa nuova modalità di relazionarsi degli ultimi anni: la video call. In ufficio, tra amici e parenti durante il lockdown, videochiamarsi ha fatto parte del nostro quotidiano, diventando una vera ancora di salvezza quando non ci si poteva incontrare.

L’idea è molto bella e lo spettacolo è innovativo: le due bravissime attrici, che non hanno sicuramente bisogno di presentazioni, recitano senza guardarsi perché ognuna di loro è posizionata davanti al PC. Due maxi schermi ci permettono di vederle anche in video inserite nel loro contesto casalingo.

La commedia è esilarante, fa ridere il pubblico continuamente, dura “solo” un’ora e venti ma sono minuti denotati da un tal livello di sostanza e coinvolgimento che lo spettacolo si percepisce come lungo e godereccio. Il testo e le battute sono molto interessanti e attuali, celando un significato profondo.

Lo sviluppo velocissimo degli smartphone e la vicinanza virtuale che creano, stanno rendendo sempre più normale stare insieme e guardare il telefono, videochiamarsi e non incontrarsi, whattsapparsi per fare prima rispetto a telefonarsi. Il marito invisibile racconta la solitudine che sta vivendo l’essere umano nell’epoca contemporanea, e la nuova direzione che sta prendendo il nostro modo di relazionarci. La realtà di oggi è sempre più virtuale, tanto che Lorella e Fiamma sentono e accettano un uomo… invisibile. Lorella per solitudine, Fiamma per cercare di non pensare al suo matrimonio ormai alla frutta.

Lo spettacolo ha una scenografia semplice e virtuale, con uno sfondo blue screen. Lo spettatore è in dubbio se guardare gli schermi o le attrici in scena, il mio consiglio è un cinquanta e cinquanta. Marina Massironi e Maria Amelia Monti sono brillanti, energiche ed estremamente comiche, ci trascinano ridendo in quello che è un dramma esistenziale. Lo spettacolo apre a riflessioni di vario tipo, ed è secondo me perfetto per andare in gruppo con gli amici.

BIGLIETTI Prestige € 35,00 – Poltronissima € 32,00 – Poltrona € 23,00 – Under 26 anni € 15,50

Per acquisto: biglietteria del Teatro online https://www.teatromanzoni.it/manzoni/it/acquista-online/3178554 – telefonicamente 027636901 – online su Ticketone

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente «
Articolo successivo »

Laureato in Comunicazione, Mass Media e Pubblicità allo IULM di Milano (tesi: "Sei Personaggi in cerca d'autore. Dal testo alla scena"), lavora nel settore Marketing, Social e Comunicazione per l'e-commerce IBS.it. Costante della sua vita, lo spettacolo: teatro, televisione e cinema. Si avvicina al teatro grazie alla mamma, che lo porta per la prima volta all'età di 14 anni. Frequenta negli anni delle superiori cinque anni di laboratorio teatrale organizzato dal liceo, e nel 2014-2015 un corso di musical presso il Centro Teatro Attivo di Milano.

  • instagram
Trona su