Crea sito
  • Homepage
  • >
  • Interviste
  • >
  • Bruno De Bortoli al debutto in Sara’ perche’ ti amo. Intervista

Bruno De Bortoli al debutto in Sara’ perche’ ti amo. Intervista

  • Pubblicato da Luana Lux
  • 15 Marzo 2015
  • 951 Visualizzazioni
  • 0

Bruno de Bortoli

Bruno De Bortoli al debutto in  Sara’ perche’ ti amo. Intervista – 

In Sarà perché ti amo, musical originale scritto e diretto da Alfonso Lambo, che ha come colonna sonora i più grandi successi dei Ricchi e Poveri arrangiati in chiave moderna dal giovanissimo Davide Marchi, nei panni di Marco, ragazzo che si trasferisce dalla campagna toscana nella grande metropoli, Milano, troviamo Bruno De Bortoli al suo debutto artistico.

Bruno, dato che sei al tuo debutto, puoi raccontarci qualcosa di te? In particolare quando hai scoperto la tua passione per il musical, la tua famiglia ti ha appoggiato? Qual è stato il tuo percorso di studi in campo artistico?
La mia passione per il teatro, per la musica e la danza l’ho scoperta quando ero bambino, ho partecipato ad alcune rassegne teatrali e studiato pianoforte per qualche anno. La mia fortuna più grande è la mia famiglia, che non mi ha mai fatto mancare nulla e mi ha sempre appoggiato con il sorriso. Nel 2007 ho iniziato a frequentare corsi di latino americano diventando poi animatore nei locali. Nel 2009 ho scoperto la mia passione per il mondo del musical, frequentando un corso con artisti affermati come Alfonso Lambo, Andrea Verzicco, Paola Ciccarelli, Tiziana Lambo e Marta Belloni. Nel 2013 ho iniziato ad approfondire il canto con Loretta Martinez alla VMS.

Per entrare nel cast di Sarà perché ti amo hai sostenuto dei provini? Hai sin dall’inizio sentito nelle tue corde il personaggio che interpreti?
Il mio provino diciamo che è iniziato dal 2009, quando ho iniziato a frequentare un corso di musical con Alfonso Lambo, da subito ha visto in me le caratteristiche adatte per il personaggio e mi ha poi ufficialmente proposto di interpretarlo l’anno scorso per il workshop.

C’è un momento particolare dello spettacolo che maggiormente ti emoziona?
Il momento in cui mi emoziono di più inizia dal confronto finale con il papà, collegandosi poi al mash up di tre canzoni (Che sarà, La prima cosa bella e Se mi innamoro), fino ad arrivare alla scena finale. Ammetto che spesso mi capita di uscire di scena piangendo, ma sempre con il sorriso.

C’è un messaggio che ti piacerebbe il pubblico potesse portare con sé dopo aver visto lo spettacolo?
Che per riuscire ad amare, bisogna avere il coraggio di perdonare, se stessi e gli altri.

Dopo questo tuo debutto alla “grande” cosa ti auspichi per il tuo futuro professionale?
Quello che mi aspetto è di affrontare ogni eventuale esperienza futura con il sorriso, imparando sempre di più.

Bruno de Bortoli Fabrizio Corucci

Grazie a Bruno De Bortoli per la disponibilità. Sarà perché ti amo è in scena ancora oggi (alle ore 15.30) al Barclays Teatro Nazionale di Milano.

È già disponibile il CD con la colonna sonora del musical interpretata dai tre protagonisti: Bruno De Bortoli, Giada D’Auria e Andrea Verzicco, che trovate nei negozi di dischi, sulle piattaforme digitali e nel merchandising ufficiale di SPTA.

a cura di Luana Lux

Pagina Facebook dello spettacolo: www.facebook.com/Sarà perchè ti amo – il musical
Hashtag: #imballiamodamoreilteatro
Hashtag: #spta

Prezzo biglietti: da 26 a 46 euro

Su Sarà perché ti amo leggi anche
[box type=”info” border=”full”] Barclays Teatro Nazionale
(Box office: da martedì a domenica dalle 12.00 alle 19.00)
Sito web: www.teatronazionale.it
[/box]
Print Friendly, PDF & Email
Condividi la News
Articolo precedente «
Articolo successivo »

Laureata in Lingua e Cultura Spagnola all'Università di Barcellona e successivamente in Economia, con specializzazione in Economia dello Sviluppo Internazionale all'Università degli Studi di Brescia, ha inoltre conseguito un master per Export Manager per i Paesi emergenti. Ha seguito per dieci anni i corsi di danza classica presso la Società Forza e Costanza sotto l'insegnamento della prof.ssa Tina Belletti (diplomata prima ballerina al Teatro alla Scala di Milano e alla scuola di Jia Ruskaia). Grande appassionata di teatro, musical e balletto, ha collaborato con testate a carattere locale per la pagina degli spettacoli. Si definisce una spettatrice attiva. Per lei il teatro è la sua oasi!

Trona su